Mercedes Classe A diventa l'Entry Luxury del marchio

11 Apr 2023 Paolo Pirovano
Mercedes Classe A diventa l'Entry Luxury del marchio

Dal 1997 la Classe A rappresenta l’entry level nel mondo Mercedes. Sono passati davvero tanti anni dalla prima generazione, quella del famoso “Test dell’Alce” che venne risolta con l’introduzione del sistema ESP su questo modello, un’operazione molto complessa che coinvolse anche i veicoli già venduti e consegnati che vennero richiamati per completare la dotazione. Dal 2012 Mercedes ha cambiato strategia e la Classe A è cambiata contribuendo a ringiovanire il target d’età del marchio.

L’ultima serie diventa un tassello fondamentale nella nuova strategia di posizionamento del marchio rappresentando a tutti gli effetti l’Entry Luxury di Mercedes insieme agli altri modelli compatti Classe B, CLA, GLA e GLB. Ha come obiettivo quello di elevare e migliorare il prodotto arricchendolo di contenuti e l’aggiornamento presentato parte dal frontale, con il cofano inclinato con due rigonfiamenti, dalla griglia del radiatore ridisegnata e dai fari piatti, disponibili come optional in una variante a LED. I cerchi possono arrivare fino a 19 pollici.

All’interno il doppio schermo è ora di serie, e parte da un display da 7 pollici affiancato a uno più grande da 10,25 pollici al centro del cockpit e comprende l'ultima generazione di MBUX intuitiva da usare e in grado di apprendere; in opzione, è proposto anche quello da 10,25 pollici. Il display dietro al volante e quello centrale possono essere personalizzati nelle differenti schermate: Classic con tutte le informazioni rilevanti per il conducente, Sporty con il contagiri dinamico, Discreet con contenuti ridotti e tre modalità Navigazione, Assistenza, Servizio.

Le dotazioni di serie comprendono la telecamera di retromarcia, il pacchetto USB o il volante capacitivo in pelle nappa e dal livello di allestimento Progressive, ci sono i fari a LED, il sedile con supporto lombare, il pacchetto parcheggio e quello pacchetto specchietti.

Sette gli allestimenti disponibili per le due varianti di carrozzeria, Hatchback 5 porte e Sedan, che hanno portato ad una riorganizzazione del listino che si basa sull’offerta di versioni che già prevedono diversi optional, eliminando così la scelta degli accessori. Questo porta ad un vantaggio per il cliente sul valore residuo della vettura in quanto gli optional non vengono poco valutati nell’usato.

La gamma motori è stata interamente elettrificata con proposte Mild Hybrid per i benzina e i diesel e Plug-in Hybrid. Le Mild Hybrid, sono dotate di un sistema elettrico ausiliario di bordo a 48 volt che supporta con 10 kW di potenza in più l'avvio con i benzina basati sul 1.332 cc per potenze di 136 e 163 CV che salgono a 225 con il 2 litri per la A250 4Matic; il diesel è il 1.995 cc anch’esso su tre livelli con 116, 150 e 190 CV. Il cambio è automatico DCT a 7 o 8 rapporti di serie.

Le PHEV sono identificate dalla sigla A250e. La batteria è stata migliorata ed ha una capacità di 15,6 kWh che ha portato l’autonomia elettrica compresa tra i 70 e gli 82 km. La potenza del motore elettrico è stata aumentata di 5 kW e raggiunge ora una potenza di 80 kW per un totale di sistema di 218 CV. Per quanto riguarda la ricarica, sono disponibili tre opzioni: 3,7 kW standard, a corrente alternata e fino a 11 kW (anziché solo 7,4 kW come in precedenza) e a corrente continua fino a 22 kW. Con quest’ultima si può passare dal 10% all'80% in circa 25 minuti.

Parte integrante della famiglia della Classe A sono le versioni supersportive AMG. Due le scelte, la A35 4Matic con 306 CV che aggiunge la tecnologia Mild Hybrid 48V e la toglie dalle vetture che devono pagare il superbollo. Un gradino sopra si posiziona la AMG A 45 S 4Matic+ con i cavalli che salgono a 421.

Disponibile per il momento solo in Germania, la guida turistica audio ‘Tourguide’. Attraverso il comando vocale “Hey Mercedes, avvia Tourguide”, l’ MBUX legge le informazioni sui punti di interesse lungo il percorso e reagisce ai circa 3400 cartelli turistici marroni che si trovano lungo le autostrade tedesche.

I prezzi partono da 35.120 euro per i benzina, da 36.523 per i diesel, da 47.564 per la Plug-in Hybrid, da 53.396 per la AMG A35 e da 68.182 per la A45S.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate: