Mercedes GLE 350 de, il diesel plug-in

15 Jul 2020 Paolo Pirovano
Mercedes GLE 350 de, il diesel plug-in

Mercedes prevede di elettrificare entro il 2022 tutta la gamma delle vetture prodotte e interesserà un totale di 130 versioni che utilizzeranno sia la tecnologia Mild Hybrid con rete di bordo a 48 V, riconoscibile dalla sigla EQ Boost, sia la più complessa Plug-in Hybrid, l’ibrido con batteria ricaricabile, che in questo caso si chiama EQ Power, nome che troviamo anche sulle Power Unit del team di Formula 1. Oltre ai modelli Full Electric.

L’arrivo della SUV GLE 350 de 4Matic, allarga la famiglia delle ibride plug-in, diventando il nuovo punto di riferimento per queste motorizzazioni dato che supera i 100 km di percorrenza, sfruttando esclusivamente il motore elettrico. Si tratta della terza generazione dei PHEV, una storia iniziata nel 2009 con la S400 Hybrid, e lo schema tecnico parte dall’abbinamento del 4 cilindri 2 litri diesel da 194 CV ad una unità elettrica da 100 kW/136 CV, per una potenza complessiva del sistema di 320 CV. La GLE 350 de utilizza una batteria da 31,2 kWh in grado di viaggiare per 106 km (ciclo NEDC) o tra 90-99 km per il WLTP in modalità 100% elettrica, con un consumo ponderato di 1,3-1,1 litri/100 km ed emissioni di CO2 contenute in appena 34-29 g/km. 

La batteria è posizionata in una speciale scocca nella parte posteriore della vettura e si ricarica per l’80% nelle colonnine a corrente continua in 20 minuti; a disposizione il cavo Combo per effettuare la ricarica anche dalle prese a corrente alternata attraverso le wallbox domestiche. Per completare la scheda dispone di una coppia di 700 Nm, la velocità massima è di 210 km/h che diventano 160 km/h in EV e scatta da 0-100 in 6,8 secondi. Anche in versione ibrida la GLE mantiene la trazione integrale 4Matic con funzione Torque on Demand e il cambio è automatico a 9 rapporti.

Tre gli allestimenti Sport, Premium e Premium Plus con prezzi rispettivamente di 80.694 euro, 85.501 euro e 92.400 che differiscono per il livello di dotazioni e per i cerchi con misure da 19, 20 e 21 pollici. Con questo listino e per l’alto valore residuo del veicolo, diventa interessante per il cliente una valutazione dei costi con le versioni diesel considerando le rate più basse della plug-in e i minori consumi che compensano nel tempo il differenziale di prezzo tra i due modelli.

La GLE discende dalla Classe M conosciuta anche come ML, che nel 1997 inaugurò il segmento delle SUV Premium. Con l’ultima generazione presentata alla fine dello scorso anno, è stata rinnovata nel design mantenendo immutate le proporzioni con passo lungo, sbalzi corti e grandi ruote, ed un’aerodinamica con un Cx di 0,29, il migliore della sua classe. È lunga 4,92 mt (+11 cm) e grazie all’interasse di 2,99 mt, aumentato di 8 cm rispetto alla serie precedente, offre ampio spazio per i passeggeri con la seconda fila di sedili regolabili in modo completamente elettrico.

In sintesi un modello che interpreta al meglio le possibilità offerte dalle due tecnologie, muovendosi in città praticamente sempre sfruttando la parte elettrica per passare a quella termica e diesel quando si devono fare dei viaggi o per gli spostamenti più lunghi.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Eugenio Blasetti, Mercedes EQ Power
Intervista a

Eugenio Blasetti, Mercedes EQ Power

19 Oct 2020 Paolo Pirovano

Parliamo delle ultime novità MERCEDES, non di un modello specifico, ma della gamma EQ POWER che ha come punto comune i motori ibridi plug-in, l’ibrido che si ricarica con...

Continua