Renault Arkana, per un SUV che diventa coupé

22 Mar 2021 Paolo Pirovano
Renault Arkana, per un SUV che diventa coupé

La presentazione del piano Renaulution, ha aperto una nuova fase di sviluppo per la casa francese. Il primo modello che illustra alcune delle linee guida è la Arkana, un SUV Coupé di segmento C, che si affianca a Captur e Kadjar dalle quali si differenza proprio per le forme. È la prima volta che un costruttore “generalista” presenta un’auto con queste linee, solitamente di competenza dei marchi “premium” e per distinguersi e proporre degli elementi d’originalità ha solo motorizzazioni ibride.

Il nome Arkana è già presente all’interno di Renault e si tratta di un veicolo costruito dal 2018 solo per il mercato russo, partendo dalla base della Dacia Duster. Quello destinato all’Europa è, invece, sviluppato sulla moderna piattaforma CMF-B ed è lungo 4,57 mt con un’altezza di 1,57 ed è caratterizzato da una silohuette sportiva ben evidente nella parte posteriore dove il tetto scivola nel portellone. La fiancata ha la linea di cintura alta e dalle superfici vetrate ridotte mentre il frontale riprende il “family feeeling” Renault con i gruppi ottici sottili a LED e la firma luminosa a C per le luci diurne.

Pur trattandosi di un SUV Coupé non viene messa in discussione l’abitabilità, dove un passo di 2,72 mt non sacrifica lo spazio degli occupanti dei sedili posteriori ed il bagagliaio di 518 lt, che scendono a 480 nella versione Full Hybrid, è un’ulteriore conferma del lavoro svolto su questo campo.

Come anticipato la Arkana propone solo motori ibridi con due differenti tecnologie; la prima è la Micro Hybrid a 12 V per il quattro cilindri 1,3 lt benzina turbo TCe su due livelli di potenza 140 e 160 CV. La micro-ibridazione si basa su un alternatore-starter accoppiato ad una batteria da 12 V posizionata sotto il sedile e riduce i consumi e le emissioni di CO2 fino all’8% che nel caso della TCe 140 CV sono di 132 gr/km.

A questa soluzione viene affiancata la Full Hybrid che riprende interamente lo schema tecnico che abbiamo già conosciuto sulla Clio. Anche in questo caso si parla di e-tech, nome che identifica tutti i modelli elettrificati di Renault, e conta su due motori elettrici che lavorano insieme ad uno termico di 1,6 litri a ciclo Atkinson per una potenza complessiva del sistema di 145 CV. Sarà questa motorizzazione, secondo le indicazioni della filiale italiana, la preferita dai clienti e arriverà in concessionaria a giugno. Tutte sono accoppiate ad un cambio automatico o a doppia frizione.

Non è prevista al momento una versione plug-in hybrid (come per Captur) e nemmeno la trazione integrale.

Una volta entrati il guidatore trova un cruscotto digitale da 12” dietro al volante e al centro della plancia un secondo display da 9,3”. La presenza del Multisense controlla le tre modalità di guida, Eco, Sport e MySense, che modifica la dinamica del veicolo e ridisegna il quadro strumenti.

La sicurezza è compresa nel pacchetto Easy Drive che ha consentito ad Arkana di conquistare le 5 stelle nei test EuroNcap.

Due gli allestimenti, Intens più elegante e RS Line più sportivo con prezzi che partono da 30.350 euro. Per la e-tech Full Hybrid bisognerà aspettare giugno e il listino è di 31.850 euro per la Intens e di 34.650 per la RS Line.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Eugenio Blasetti, le SW di Mercedes-Benz
Intervista a

Eugenio Blasetti, le SW di Mercedes-Benz

09 Apr 2021 Paolo Pirovano

Protagonista è Mercedes che porta in studio la nuova Classe E Allterrain, una Station Wagon elegante e versatile che diventa il punto di contatto tra il mondo delle...

Continua