Seat Mii apre la svolta elettrica

15 Nov 2019 Paolo Pirovano
Seat Mii apre la svolta elettrica

Il tema dell’auto elettrica sta allargando i propri interessi e per venire incontro alle necessità ed alle richieste dei clienti, sono molte le proposte in arrivo anche nei segmenti delle vetture più piccole, quello delle city-car. È su queste basi che Seat ha presentato le nuova Mii electric, modello pensato per l’utilizzo cittadino e che vuole diffondere questa tecnologia partendo da una proposta commerciale particolarmente vantaggiosa, da un’autonomia più che sufficiente per muoversi nel corso della settimana e con tempi di ricarica rapidi. Si tratta anche di una scelta strategica molto importante da parte della casa spagnola che proporrà la Mii solo in versione elettrica e non produrrà più le motorizzazioni a benzina e a metano che sono già state tolte dal listino.

Partiamo dal prezzo, elemento che finora ha limitato la diffusione delle vetture elettriche. La Mii electric è in vendita a 23.250 euro in un solo allestimento full optional con la sola possibilità di scegliere il colore tra le 5 tinte a disposizione. Per i clienti è stata pensata un’offerta che prevede una rata di 199 euro mensili (TAN 3,99%) per 36 mesi, senza anticipo e compresa la batteria e al termine del periodo si potrà restituirla, riscattarla o prenderne una nuova. I valori sono stati valutati considerando anche gli ecoincentivi che nel caso dei veicoli a zero emissioni son di 6.000 euro. Se poi si abita in una delle regioni, come la Lombardia dove arrivano fino a 8.000 euro se si rottama una Euro 0, si possono aggiungere e ridurre ulteriormente la rata. In questo modi il cliente deve fare una valutazione diversa sulla scelta dell’auto considerando i costi gestione, di solito inferiori per  una elettrica, e i chilometri percorsi.

La Mii elettrica utilizza un motore elettrico sincrono a magneti permanenti con potenza massima di 61kW/83CV che sviluppa una coppia massima è di 212 Nm disponibile fin dal primo istante di erogazione. Viene alimentato da un pacco batterie, posizionato nel pianale da 32,3 kWh che permettono di raggiungere un’autonomia di 260 km verificati nel ciclo di omologazione WLTP. Le tre modalità di guida Normal/Eco/Eco+ contribuiscono ad aumentare la percorrenza. Questi dati rendono Mii electric adatta alla guida per neopatentati. Come molti veicoli elettrici la trasmissione lavora su un singolo rapporto che controlla la velocità da 0 a 130 km/h, ed è assimilabile all’utilizzo di un cambio automatico. La leva del cambio in pratica è un selettore per la direzione di marcia e per il tipo di recupero dell’energia su 4 livelli.

La ricarica avviene attraverso tre modalità, corrente alternata (attraverso wallbox o presa domestica) per mezzo dei due cavi mode2 e mode3 in dotazione alla vettura, e in corrente continua presso le colonnine pubbliche a ricarica rapida con l’assorbimento di 40kW di potenza. Con la rete domestica da 2,3 kW servono tre le 13 e le 16 ore, con la wallbox da 7,2 kW si ricarica all’80% in 4 ore, mentre con le colonnine Fast Charge il tempo per ricaricare la batteria da 0 all’80% è di un’ora. La batteria è garantita per 8 anni o 160.000 km e Seat assicura che al termine di questo periodo una capacità del 70%.

La Mii electric mantiene le dimensione contenute di 3,55 metri di lunghezza e l’alloggiamento del pacco batterie nel pianale non ha fatto perdere la capacità del bagagliaio che è di 251 litri, tra le più ampie del segmento. L’allestimento per il mercato italiano prevede di serie i cerchi da 16” grigio antracite, badge personalizzati “Mii electric” sulla fiancata e sul portellone, il climatizzatore automatico Climatronic, volante e leva del cambio e freno a mano in pelle, sedili anteriori riscaldabili e regolabili in altezza, doppio fondo nel vano bagagli. Per la sicurezza dispone del Lane Assist attivo e del riconoscimento della segnaletica attraverso DriveMii App, oltre ai sensori di parcheggio e al cruise control.

All’interno per il comfort il Media System comprende la radio digitale DAB con 6 altoparlanti, vivavoce Bluetooth, docking station per smartphone, DriveMii App per integrazione interfaccia smartphone e ingressi AUX, USB, SD e schermo da 5” all’interno del dash pad. Mii electric è il primo modello del marchio a essere dotato del sistema Seat Connect, che consente l’accesso e la gestione della vettura da remoto, consentendo ai clienti di controllare dati di guida, posizione di parcheggio, stato della vettura (incluse porte e luci), gestire il processo di ricarica (tramite il sistema e-Manager) e regolare il climatizzatore, tutto attraverso una app per smartphone.

Verrà costruita presso gli stabilimenti del Gruppo Volkswagen di Bratislava che diventerà un polo specializzato nella produzione di vetture elettriche e le prime consegne sono previste a partire da febbraio 2020. La piccola city-car è anche il primo esempio del piano di elettrificazione di Seat che entro il 2021 vedrà l’arrivo di 6 modelli elettrici o ibridi come la el-Born completamente elettrica, le versioni ibride plug-in di Tarraco e Leon e le versioni ibride plug-in ad alte prestazioni di Cupra Formentor e di Leon.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Vadim Odinzoff, Mercedes-Benz
Intervista a

Vadim Odinzoff, Mercedes-Benz

12 Dec 2019 Paolo Pirovano

Un approfondimento sulle novità che MERCEDES sta preparando all’interno della gamma SUV in continuo rinnovamento tecnico e stilistico. La vettura in studio è la nuova GLC...

Continua
Kia Niro, crossover compatto e tecnologico
VideoTest

Kia Niro, crossover compatto e tecnologico

11 Dec 2019 Paolo Pirovano

La Kia Niro, la crossover compatta che utilizza solo motori ibridi o Plug-In hybrid ha il compito di ambasciatrice tecnologica del marchio coreano. Il recente face-lift porta...

Continua
Peugeot 2008 una SUV con tre scelte di motore
Secondo noi

Peugeot 2008 una SUV con tre scelte di motore

09 Dec 2019 Paolo Pirovano

Arriverà ad inizio 2020 la nuova SUV compatta Peugeot 2008, modello completamente nuovo che si affianca all’interno del segmento B alla berlina 208 con la quale condivide...

Continua
Subaru Forester e-boxer
Secondo noi

Subaru Forester e-boxer

03 Dec 2019 Paolo Pirovano

Nata nel 1997 e costruita in oltre 3,9 milioni di unità, la Forester è sempre stata l’interpretazione Subaru nel segmento dei SUV di medie dimensioni, trasferendo...

Continua