Formula 1 GP Monaco

Rosberg per la seconda volta in stagione e Mercedes per la sesta, quinta doppietta

26 May 2014 motorpad.it
Formula 1 GP Monaco

Nihil novi sub soli. Ci aiuta l’efficacia sintesi latina per celebrare la sesta vittoria di Mercedes su sei G.P. A Monaco ha vinto Rosberg (come lo scorso anno) al secondo successo stagionale e al quinto in carriera. Per lui qualche soddisfazione aggiuntiva: quella di aver vinto tanti G.P. quanto il padre Keke, di aver recuperato la testa della classifica piloti con 122 punti, 4 più del compagno/rivale Hamilton secondo al traguardo per la quinta doppietta di una Mercedes più che mai inattaccabile e infine quella di aver rimesso in discussione certe gerarchie interne nel team che sembravano delineate a favore del pilota inglese.

Aveva ben chiara in testa, Nico, l’importanza della partenza, e quindi della pole position, nella gara monegasca e ha fatto di tutto per crearsi le premesse della vittoria nelle qualifiche; poi ha difeso la legittimità del suo successo con lo scatto in partenza e una condotta di gara in testa dal primo giro alla bandiera a scacchi resistendo a una pressione dominata con calma e grande capacità di guida. Nella guerra di nervi cui l’ha sottoposto Hamilton si sono sprecati paragoni impegnativi di epiche battaglie tra Senna e Mansell e ancora Senna con Prost e aver superato la prova va tutto ad onore.

Adesso il vero problema per Mercedes può essere quello della ormai chiara e conclamata rivalità tra i due galli del pollaio, situazione che Lauda dovrà essere bravo a gestire con il prestigio e l’autorevolezza di cui gode nella struttura Mercedes.

Dietro si fa sempre più impetuosa la scalata di Ricciardo alle posizioni di vertice nel circus e soprattutto in seno alla Red Bull. A Monaco ha colto il secondo podio consecutivo e, in particolare, ha  messo ancora dietro Vettel in qualifica prima per poi perderlo di vista in corsa per una serie di inconvenienti che, quest’anno, sembrano proprio riservare al quadricampione del mondo la stessa dose di sfortuna che lo scorso anno colpiva l’allora compagno di squadra Webber.

Anche per la Ferrari sostanzialmente niente di nuovo se si considera che dopo i tre del podio Alonso è stato lunico ad evitare lonta del doppiaggio. C’è stato, per la verità l’atteso segno di risveglio da parte di Raikkonen brillantissimo in partenza e per la prima volta davanti ad Alonso in qualifica, ma poi è stato vittima incolpevole di una serie di guai (tamponamento, foratura, contatto in gara) che l’hanno portato fuori dalla zona punti. Dovranno di certo essere radicali i miglioramenti promessi e attesi per il G.P. del Canada, altrimenti, e dispiace dirlo, sarà ufficiale che per la Ferrari si dovrà parlare di una nuova stagione persa.

Per il resto gioiscono in Marussia con i primi punti della loro giovane storia conquistati da un Bianchi molto in palla. Si traducono in fiducia per il morale e soldi benedetti per lo sviluppo. E poi Bianchi è anche un pilota Ferrari e vengono da Maranello i motori. Per ora è di questo che dobbiamo accontentarci. 

Ordine d’arrivo

1 Rosberg - Mercedes

2 Hamilton - Mercedes

3 Ricciardo - Red Bull

4 Alonso - Ferrari

5 Hulkenberg - Force India
6 Button - McLaren

7 Massa - Williams

8 Grosjean - Lotus

9 Bianchi - Marussia

10 Magnussen - McLaren

Mondiale Piloti

Nico Rosberg - Mercedes 122
Lewis Hamilton - Mercedes 118

Fernando Alonso - Ferrari 61

Daniel Ricciardo - Red Bull Racing 54
Nikolas Hulkenberg - Force India 47
Sebastian Vettel - Red Bull Racing 45

Valtteri Bottas - Williams 34

Jenson Button - Mclaren 31

Kevin Magnussen - McLaren 21

Sergio Perez- Force India 20

Mondiali costruttori

1 Mercedes 240

2 Red-Bull-Renault 99
3 Ferrari 78

4 Force India-Mercedes 67

5 McLaren-Mercedes 52
6 Williams-Mercedes 52

7 Lotus-Renault 8
8 Toro Rosso-Renault 8
9 Marussia-Ferrari 2

Torna indietro
Tags

notizie correlate:

Apre Milano AutoClassica 2022
Eventi

Apre Milano AutoClassica 2022

18 Nov 2022 Paolo Pirovano

Con il tradizionale taglio del nastro si è inaugurata Milano AutoClassica 2022 che si tiene nei padiglioni della Fiera di Milano a Rho. La cerimonia d’apertura si è...

Continua
Eugenio Franzetti, DS 7
Intervista a

Eugenio Franzetti, DS 7

26 Oct 2022 Paolo Pirovano

Puntata dedicata a DS, marchio premium del Gruppo Stellantis che ha il compito di portare all’interno del mondo dell’auto le caratteristiche del lusso e del savoir faire...

Continua