Oli, il manifesto del futuro di Citroen

21 Feb 2023 Paolo Pirovano
Oli, il manifesto del futuro di Citroen

Citroen Oli, la concept car elettrica, era stata mostrata per la prima volta allo scorso Salone dell’Auto di Parigi. È il manifesto concettuale di come la casa francese vede il proprio futuro e quali concetti verranno applicati sui modelli che vedremo nei prossimi anni dal punto di vista stilistico e tecnologico ed è stata portata a Milano nel corso di un evento per la stampa.

Propone una strada innovativa per realizzare una vettura sostenibile e soprattutto accessibile sul piano economico, con prestazioni e autonomia di riferimento per la categoria di vetture. A conferma di quanto seriamente in Citroen prendano la concept Oli  il target di riferimento che si sono dati per il passaggio alla produzione di serie è stato indicato in 25.000 euro.

È una SUV compatta, lunga 4,20 mt per 1,65 mt di altezza e 1,90 mt di larghezza, con un peso appena superiore ai 1.000 kg, dal design deciso ed insolito, con il cofano piatto, il tetto e i pannelli posteriori con un "pianale da pick-up" ed il parabrezza verticale.

È proprio lo studio sulla leggerezza l’elemento chiave della Oli e per arrivare al peso indicato è stato eliminato tutto il superfluo, e l’esempio proprio del parabrezza è quanto mai calzante perché è stato realizzato così per avere la distanza più breve tra la parte superiore e quella inferiore e quindi utilizzare la minore quantità di vetro possibile.

Il peso, poi, è un fattore determinante per l’autonomia della vettura e ha permesso di utilizzare una batteria da 40 kWh che assicura una percorrenza di 400 km, con una velocità massima di 110 km/h. In questo modo si ottiene un consumo di 10 kW/100 km e la ricarica avviene in 23 minuti

“Citroen oli rappresenta il nostro punto di partenza verso una mobilità elettrica ottimista e funzionale, che va incontro alle esigenze dei consumatori, sempre più sensibili ai problemi dell’inquinamento e alla ricerca di veicoli affidabili, sia dal punto di vista economico che ambientale. La nuova concept car ispirerà elementi di design e tecnologie che verranno impiegate nei futuri modelli della gamma, oltre ad essere fonte di ispirazione per ridisegnare i servizi Citroen offerti ai proprietari di veicoli elettrici, accompagnandoli verso il futuro della mobilità” le parole di Laurent Barria, Head of Citroën Marketing & Communication.

I materiali sono innovativi e creati in collaborazione con BASF e sono realizzati in cartone ondulato riciclato sagomato in una struttura a nido d'ape, a sandwich tra pannelli rinforzati in fibra di vetro. Sono rivestiti con una resina poliuretanica Elastoflex ricoperta di uno strato protettivo di Elastocoat, resistente e strutturato, e verniciati con l'innovativa vernice a base di acqua BASF R-M Agilis.

I pannelli sono così rigidi, leggeri e resistenti, che un adulto può stare piedi su di essi, nonostante il peso sia ridotto del 50% rispetto a una struttura equivalente in acciaio.

Nell’abitacolo spazioso e luminoso sono stati tolti schermi di grandi dimensioni e soluzioni pesanti, complesse e costose, con una plancia innovativa composta da un'unica barra a forma di tubo, che corre per tutta la larghezza del veicolo. I sedili posteriori hanno la lavorazione a rete e il pavimento lavabile.

Le porte anteriori sono identiche su ogni lato, anche se montate in modo diverso,  rendendo più facile la produzione e l’assemblaggio, una idea che Citroen ha già sviluppato sulla Ami.

Esclusivi i cerchi ibridi in acciaio e alluminio con pneumatici resistenti e intelligenti Eagle GO creati in collaborazione con Goodyear. 

Ma Oli non è capace solo di fare l’auto elettrica ma si trasforma in un dispositivo dotato di capacità e potenza intelligenti in grado di commutare l'elettricità verso la rete, l'abitazione o un accessorio, le funzioni Vehicle to Grid o Vehicle to Load.

Con tutti queste proposte sarà possibile quindi arrivare a produrre un’auto dal ciclo di vita allungato che si potrà rinnovare e aggiornare o nel caso riparare, sostituendo le parti di carrozzeria o gli interni con altri componenti riciclati per promuovere la sostenibilità, la longevità e il riutilizzo.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Nuova e-C3, cambia tutto e diventa elettrica
Nuovi Arrivi

Nuova e-C3, cambia tutto e diventa elettrica

26 Feb 2024 Paolo Pirovano

Bisogna partire dai numeri per capire l’importanza che C3 ha per Citroen. È il modello più venduto nella storia della casa francese e nelle tre generazioni sono state...

Continua
Dacia Sandrider alla Dakar 2025
Sport

Dacia Sandrider alla Dakar 2025

30 Jan 2024 Silvia Pirovano

Dacia lo scorso mese di luglio aveva annunciato l’ingresso nel mondo del motorsport e aveva scelto i Rally-Raid come terreno di sfida. Oggi ha presentato la Sandrider, il...

Continua
La produzione Stellantis in Italia
Economia

La produzione Stellantis in Italia

25 Jan 2024 Paolo Pirovano

In risposta alle polemiche di questi giorni, Stellantis ha diffuso una nota dove sottolinea che oltre il 63% dei veicoli prodotti lo scorso anno negli stabilimenti italiani...

Continua
Giulio Marc D'Alberton, Dacia Italia
Intervista a

Giulio Marc D'Alberton, Dacia Italia

19 Jan 2024 Paolo Pirovano

Dacia in pochi anni ha rivoluzionato il mondo dell’auto e si è evoluta nel tempo puntando ai concetti di essenzialità, modernità, robustezza e spirito outdoor senza...

Continua
Paola Repaci, Renault Espace
Intervista a

Paola Repaci, Renault Espace

18 Jan 2024 Paolo Pirovano

Ospite Renault, marchio che da tempo sviluppa le tecnologie dell’elettrificazione proponendo soluzioni mild, full hybrid e 100% elettrico. All’interno di questa...

Continua