Lotus è tornata in Italia con la spina

23 Sep 2022 Mariano Da Ronch
Lotus è tornata in Italia con la spina

Presentata a Milano la nuova nata di Lotus: si chiama Eletre ed è un SUV elettrico di lusso e dalle dimensioni non trascurabili pari a 5,10 metri di lunghezza, con un’impostazione complessiva forse lontana dalle tesi iniziali di Colin Chapman, ma certamente in linea con le ambizioni internazionali da parte di Geely, il nuovo proprietario della casa inglese, nella ricerca di un posto al sole in questo profittevole mercato.

Eletre riprende l’anima dell’ultima auto sportiva Lotus - la Emira - e le rivoluzionarie prestazioni aerodinamiche dell’hypercar completamente elettrica Evija, reinterpretandole come un Hyper-SUV. Le tre auto sono state esposte contemporaneamente durante l’evento per mostrare l’intera gamma Lotus, che certamente non passa inosservata. Peter Horbury, Senior Vice President Design Lotus Group, ha commentato: "La Eletre rappresenta una rara opportunità creativa nel campo della progettazione di auto ad alte prestazioni: la possibilità di partire da un foglio bianco e sviluppare un veicolo completamente nuovo, che porta il marchio in una direzione completamente diversa. C'è stato un rapporto di lavoro molto stretto e grande collaborazione tra gli studi di progettazione Lotus di Warwickshire e Hethel. Il risultato è un ‘Hyper-SUV’ veramente diverso da quelli presenti sul mercato; il propulsore elettrico ha ispirato un design ‘cab-forward’ che riprende l'iconico layout a motore centrale delle auto sportive Lotus, creando un look e una posizione unici nel segmento dei SUV. L'arrivo della Eletre segna l'inizio di una nuova era di SUV elettrici puri".

Gli obiettivi sono molto ambiziosi: i piani di crescita in Europa sono guidati dalla sede europea di Amsterdam, Paesi Bassi e nel corso del 2023 Lotus avrà nuove sedi in diversi paesi europei, tra cui l’Italia, che lavoreranno anche sugli altri tre modelli “lifestyle” che verranno lanciati nei prossimi quattro anni. Lotus Eletre sarà visibile negli showroom e negli experience center e sarà disponibile per l’acquisto online. I clienti possono già prenotare il modello attraverso la pagina dedicata del sito Lotus (https://www.lotuscars.com/it-IT/eletre/reserve ) con un anticipo di € 2.500, mentre il prezzo finale verrà annunciato nell’ultima settimana di ottobre. L’obiettivo è di vendere 100.000 auto all’anno a livello globale entro il 2028, anniversario degli 80 anni dalla fondazione del marchio Lotus. Design, sviluppo e produzione saranno divisi fra UK, Europa e Cina.

Giuseppe Mele, Director Brand & Pr Lotus Cars Europe ha commentato: “Lotus si sta trasformando da azienda britannica focalizzata sulle auto sportive, a marchio globale impegnato nella produzione di auto ad alte prestazioni. Il viaggio è iniziato nel 2018, guidato dalla nostra strategia di lungo termine che definirà cosa Lotus sarà nel 2028, quando celebrerà l’ottantesimo anniversario. È emozionante plasmare un marchio con una tradizione così iconica e infondere il suo DNA nella futura promessa del marchio”.

Lotus Eletre è l’ultima di una lunga serie di auto il cui nome inizia con la lettera E: Eletre in alcune lingue dell’Europa orientale significa “venire alla vita”, ed è un collegamento appropriato, perché il veicolo segna appunto l’inizio di un nuovo capitolo nella storia di Lotus. L’auto è a trazione integrale, ha una potenza di 600 CV e un caricatore da 350 kW permette, in soli 20 minuti, di raggiungere un’autonomia di 400 km. L’autonomia completa della vettura è invece 600 km. Gli interni con dettagli in fibra di carbonio e alluminio sono molto curati, nel pieno rispetto della sostenibilità: l’abitacolo incentrato con l’alta console centrale si ispira alle Lotus Emira ed Evija, riprendendo la filosofia del brand di Hethel di eliminare i materiali non necessari. I sedili sono inoltre composti da un tessuto più leggero del 50% rispetto alla pelle tradizionale, che riduce ulteriormente il peso. Il sistema audio è fornito dal prestigioso marchio britannico KEF e ha una configurazione da 1380 watt con 15 altoparlanti e tecnologia Uni-Q con audio surround. 

Entro la fine dell’anno inizierà la produzione nel nuovissimo impianto hi-tech in Cina. Le prime consegne ai clienti sono previste nel 2023 a partire da Cina, Regno Unito ed Europa.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Simone Albè, Suzuki S-Cross Hybrid 140V
Intervista a

Simone Albè, Suzuki S-Cross Hybrid 140V

01 Dec 2022 Paolo Pirovano

Puntata dedicata a SUZUKI, casa automobilistica che da anni ha fatto una scelta precisa per quanto riguarda le motorizzazioni, proponendo esclusivamente soluzioni...

Continua
Arriva in Italia la Polestar 2
Secondo noi

Arriva in Italia la Polestar 2

30 Nov 2022 Paolo Pirovano

Il marchio Polestar nasce in Svezia nel 2017 come costola di Volvo per produrre veicoli elettrici. Attualmente il marchio è presente in 19 paesi, ha sede a Goteborg e tre...

Continua