Mercato Auto Europa: Settembre -23,4%

17 Oct 2018 motorpad.it
Mercato Auto Europa: Settembre -23,4%

Se guardiamo i dati delle vendite auto in Europa a settembre, limitandoci solo ai numeri, è normale che nasca qualche preoccupazione. Infatti il mese segna un dato in profondo rosso con un -23,4% e secondo i dati diffusi dall’ACEA, l’Associazione dei Costruttori Europei, le immatricolazioni di autovetture nuove sono state 1.123.184, rispetto alle 1.466.243 dello stesso periodo del 2017.

La situazione però va analizzata nel dettaglio e la contrazione è dovuta a due fattori. Il primo è il forte aumento registrato ad agosto, dove le immatricolazioni avevano segnato un + 29,8%, ed il secondo riguarda l’entrata in vigore delle nuove norme di omologazione WLTP sulle emissioni.

Dal 1 settembre possono essere immatricolate soltanto le vetture omologate con questo nuovo sistema e le case auto per smaltire le vetture ancora non in regola hanno forzato le vendite nei due mesi precedenti. A questo si è anche aggiunto il fatto che molte case hanno difficoltà a soddisfare la domanda perché non hanno un numero sufficiente di vetture con la nuova omologazione.

Fatta questa doverosa premessa, il mercato auto UE+Efta deve essere valutato all’interno dei primo 9 mesi che si chiudono con 12.304.711 immatricolazioni pari ad un incremento del 2,3%. A condizionare l’andamento sono come sempre i 5 principali mercati che, sempre nei 9 mesi, valgono il 71,4% del totale immatricolato, con quello spagnolo in forte crescita (+11,7%), seguito da quello francese (+6,5%) e da quello tedesco (+2,4%). E’ invece in calo il mercato del Regno Unito (-7,5%) e quello italiano (-2,8%). Tra i 5 Major Markets , in settembre è da segnalare per tutti un crollo a doppia cifra: la Germania perde oltre il 30%, il Regno Unito oltre il 20%, la Spagna il 17% e la Francia quasi il 13%. Da segnalare anche il -73,4% della Romania e il -42% dell’Austria. Ricordiamo anche che l’Italia ha registrato un -25,4%.

Il mercato UE+Efta sembra comunque godere di buona salute, perché come detto, le immatricolazioni sono in crescita del 2,3% e  nei trenta mercati dell’area nei primi nove mesi del 2018 la stragrande maggioranza sono in crescita.

Analizzando l’andamento dei marchi a risentire di più del calo è il Gruppo Volkswagen con un -47,8% a settembre ma in positivo del 5,1% nei 9 mesi. In ribasso anche FCA del 31,4% ma stabile nei 3 trimestri (-0,7%) mentre Renault perde il 26,9% nel mese ma resta in crescita del 6,3%. Il Gruppo PSA limita a settembre la perdita al -8% ma continua la grande performance nel periodo in oggetto con un più che positivo +48,4%: Tutti i dati sono nelle tabelle allegate.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

BMW X1, si amplia la gamma motori
VideoTest

BMW X1, si amplia la gamma motori

30 Nov 2020 Paolo Pirovano

La SAV media è diventata in breve tempo il modello più venduto della casa di Monaco in tutto il mondo. Un’auto dalla grande versatilità e funzionalità con un’ampia...

Continua
Renault Twingo, la cittadina diventa elettrica
Secondo noi

Renault Twingo, la cittadina diventa elettrica

24 Nov 2020 Cesare Gasparri Zezza

Renault Twingo, la piccola citycar transalpina ci aveva già mostrato la sua agilità nel muoversi anche nelle strade più strette e a parcheggiare negli spazi più piccoli;...

Continua