Bosch leader nel settore IoT, l’internet delle cose

11 Jan 2019 Silvia Pirovano
Bosch leader nel settore IoT, l’internet delle cose

L’Internet delle cose (IoT) trasforma sempre più il mondo in cui viviamo. Al CES 2019 di Las Vegas Bosch ha presentato le applicazioni e i servizi già disponibili:dal concept di un veicolo-navetta che rende reale un nuovo tipo di mobilità, ai frigoriferi connessi che danno consigli sulla conservazione degli alimenti, fino ai tagliaerba intelligenti che imparano dall’esperienza. 

Per quanto riguarda la mobilità Bosch ha mostrato in anteprima mondiale il suo concept vehicle per servizio shuttle. Con questo veicolo daldesign leggero e minimalista, praticamente un involucro futuristico dalle grandi superfici vetrate che fungono da display, Bosch presenta soluzioni per l'automazione, la connettività e l'elettrificazione dei veicoli-navetta senza conducente che presto saranno nelle strade delle città di tutto il mondo. "Tutto ciò contribuisce alla nostra visione di mobilità a zero emissioni, zero incidenti e il più possibile senza stress" ha dichiaratoMarkus Heyn, membro del Board of Management di Bosch. 

Per la mobilità basata su veicoli-navetta di questo tipo, Bosch intendo fornire non solo i componenti e i sistemi, ma anche una gamma di servizi di mobilità come la prenotazione, la condivisione e le piattaforme per la connettività, oltre che servizi di parcheggio e di ricarica.
Per esempio gli utenti possono prenotare uno shuttle con estrema semplicità tramite smartphone. Un algoritmo identifica il veicolo più vicino e trova altri utenti che desiderano percorrere un tragitto simile. Più passeggeri vengono trasportati da un solo shuttle, più economico risulta il viaggio per tutti. Questo approccio riduce anche il traffico nelle città e l’impatto sull’ambiente.
Bosch sta sviluppando le piattaforme software necessarie per rendere tutto questo realtà. Quando lo shuttle arriva al punto di raccolta richiesto, gli utenti utilizzano di nuovo il proprio smartphone per identificarsi, grazie al servizio di accesso digitale di Bosch Perfectly Keyless, in grado di riconoscere lo smartphone di un determinato passeggero come unico, proprio come se fosse un’impronta digitale, permettendo l’accesso esclusivo al veicolo e garantendo le rispettive prenotazioni.
Il servizio Convenience Charging di Bosch è in grado di stabilire quanto durerà la batteria e dove è possibile caricare il veicolo prenotando in anticipo la srtazione di ricarica.  

Per la guida autonoma, Bosch sviluppa e produce numerosi componenti tra cui sensori ad ultrasuoni, radar, videocamere, servosterzi elettrici e offre servizi digitali intelligenti, come per esempio quelli di previsione delle condizioni della strada che permettono ai veicoli autonomi di sapere in anticipo quali condizioni ambientali aspettarsi.

Questo prototipo è in grado di accogliere quattro passeggeri, gli uni di fronte agli altri, per ottimizzare lo spazio e garantire comodità. Gli schermi per l’infotainment possono essere utilizzati dai passeggeri individualmente o in gruppo. Gli smartphone utilizzano il Wi-Fi a bordo e possono integrarsi alla perfezione con il sistema di infotainment, grazie alla tecnologia di connettività di Bosch. Il servizio concierge trasforma lo shuttle in un assistente personale e fornire qualsiasi tipo di informazione, consigli e suggerimenti di viaggio in qualsiasi momento. Quando lo shuttle arriva a destinazione, i passeggeri possono pagare il viaggio con il servizio di pagamento elettronico di Bosch. 

Ma uno degli ultimi ostacoli per la realizzazione pratica della mobilità con servizi di navetta è posto dall'integrazione dell'automazione dei veicoli negli ambienti urbani complessi. Bosch ritiene che la risposta a questo problema siano le partnership: nella seconda metà di quest'anno la città californiana di San José, nella Silicon Valley, è stata scelta come città pilota per testare un servizio di ride sharing a guida totalmente autonoma e senza conducente fornito da Bosch e Daimler.Con questa collaborazione, Bosch e Daimler intendono migliorare la scorrevolezza del traffico urbano, aumentare la sicurezza sulle strade e fornire un elemento importante per lo sviluppo della circolazione stradale del futuro. L'obiettivo è sviluppare un sistema per la guida totalmente autonoma (di livello SAE 4/5) che sia pronto per entrare in servizio entro l'inizio del prossimo decennio. 

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Le prime immagini della Opel Astra Electric
Anteprima

Le prime immagini della Opel Astra Electric

01 Dec 2022 Paolo Pirovano

Sono state pubblicate le prime immagini della Opel Astra Electric, la prima Astra 100%  elettrica che verrà proposta nella versione 5 porte elettrica e Sports Tourer, la...

Continua