Citroen e-C4, l'elettrica non solo per la città

27 May 2021 Paolo Pirovano
Citroen e-C4, l'elettrica non solo per la città

Citroen prosegue il piano di transizione energetica e ad oggi sono cinque i modelli elettrificati ed oltre alla e-c4 protagonista della nostra prova, troviamo la plug-in hybrid C5 Aircross, la e-jumpy e la e-spacetourer a cui si affianca la Ami per la micromobilità urbana.

La C4 ha riportato la casa francese all’interno delle compatte puntando sulla forte personalità stilistica, andando a reinterpretare i canoni classici segmento con chiari richiami al mondo dei crossover sportivi. Lunga 4,36 metri presenta la fiancata con tetto spiovente, l’assetto rialzato a cui si aggiunge la posizione di guida elevata. 

Anche la versione al 100% elettrica mantiene queste caratteristiche e infatti, non presenta nessuna differenza di carrozzeria con le corrispettive versioni con motore endotermico. Solo qualche piccolo dettaglio di colore azzurro indica che si è alla guida di un auto con un motore da 100 kilowatt o 136 cavalli alimentato da una batteria da 50 kilowattora, garantita per 8 anni. È così in grado di percorrere fino a 350 chilometri come da risultati dell’omologazione WLTP, con una  velocità massima  autolimitata a 150 all’ora.

Un altro argomento che fa parte delle caratteristiche e della tradizione di Citroen è il comfort, che nel caso della e-C4 si evolve e aggiunge l’assenza del rumore e di vibrazioni. Il programma per il benessere a bordo comprende le sospensioni Progressive Hydraulic Cushion di serie su tutte le versioni, i sedili Advanced Comfort, oltre alla grande luminosità e disponibilità di spazio nell’abitacolo. All’interno di questo tema rientrano i numerosi vani per ospitare gli oggetti e tra questi una menzione la merita lo Smart Pad Support per fissare e usare il proprio tablet durante un viaggio. Per il comfort durante il viaggio ci sono 20 tecnologie di assistenza alla guida.

Il bagagliaio ha una capacità di 380’ litri con un doppio livello dove si possono riporre i cavi di ricarica.  Questa se si utilizzano le colonnine Fast Charge da 110 kilowatt richiede 30 minuti per arrivare all’80% mentre attraverso la wallbox si va dalle 5 alle 7,30 ore. Attraverso l’App My Citroen si possono monitorare alcune funzioni della vettura o programmare la ricarica e il pre-condizionamento dell’abitacolo.

Lo sviluppo del design prosegue nell’abitacolo a partire dal cruscotto minimale da 5,5” configurabile con diverse opzioni grafiche mentre il display centrale da 12 pollici presenta delle schermate dedicate per visualizzare il flusso di energia e il navigatore incorpora le informazioni sul posizionamento dei punti di ricarica.

Tre gli allestimenti proposti, Feel, Feel Pack e Shine con il listino che parte da 35.100 per e-C4 al lordo degli incentivi nazionali e regionali che possono abbattere decisamente il prezzo d’acquisto.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Jeep Gladiator, il pick-up inarrestabile
Nuovi Arrivi

Jeep Gladiator, il pick-up inarrestabile

23 Jun 2021 Paolo Pirovano

Jeep ritorna nel segmento dei pick-up con un mezzo decisamente yankee, il Gladiator che riporta il marchio in questo segmento dopo 27 anni e aggiunge un’altra novità...

Continua
Alessandro Toffanin, BMW iX3
Intervista a

Alessandro Toffanin, BMW iX3

18 Jun 2021 Paolo Pirovano

Spazio a BMW e alle ultime novità della casa tedesca nel campo dell’elettrificazione e dei veicoli elettrici. In studio la nuova iX3, versione a zero emissioni del SAV che...

Continua