Hyundai i30 N e i20 N: promosse all’esame della pista

23 Jul 2021 Paolo Sardi
Hyundai i30 N e i20 N: promosse all’esame della pista

“Never just drive”, non limitarti a guidare: è con un invito a vivere l’auto in modo coinvolgente ed emozionante che Hyundai richiama l’attenzione sulle proposte sportive della sua gamma, quelle caratterizzate dal marchio N. Accanto ai modelli convenzionali, sempre più proiettati verso la fascia alta del mercato, e a quelli ecologici (Hyundai - va ricordato - è l’unico costruttore ad avere in listino auto mild hybrid, full hybrid, plug-in hybrid, elettriche e a idrogeno), il terzo pilastro dell’offerta coreana sono infatti proprio le vetture con l’impostazione più dinamica e grintosa. Quasi tutte le Hyundai hanno così la loro brava versione N Line, che sfodera un taglio sportivo senza perdere di vista praticità e accessibilità. Un gradino più sopra si pone poi l’accoppiata delle i20 N e i30 N, che portano nella grande produzione di serie le soluzioni e le tecnologie sviluppate da Hyundai per correre e vincere nel campionato del mondo rally WRC e nella coppa del mondo turismo WTCR, dove a tenere alta la bandiera Hyundai è anche il nostro Gabriele Tarquini.

Il plurititolato pilota marchigiano è stato l’ospite d’onore della più recente tappa della Hyundai Driving Experience, la scuola di guida sportiva che la Casa propone a tutti gli appassionati. I corsi, che si svolgono su autodromi leggendari come Monza e il Nürburgring, permettono di migliorare la sensibilità e la capacità di controllo del mezzo e di toccare con mano le doti sportive dei suoi modelli. È esattamente quello che ho fatto mescolandomi ai clienti del brand N e passando un’intera giornata sull’asfalto dell’impianto brianzolo con la i30 N, a parte una piccola parentesi a bordo della i20 N.

La Hyundai i30 N è fresca di un aggiornamento che ha introdotto tra le altre cose un significativo upgrade dei sistemi di assistenza alla guida e qualche ritocco al look. A livello estetico si segnalano un fascione ridisegnato, inediti fari a LED e un restyling della coda, in cui spiccano lo spoiler sopra il lunotto e due grandi terminali di scarico. La novità principale è però un cambio automatico doppia frizione a otto marce, con tanto di palette al volante. Per mettere meglio in risalto il temperamento aggressivo c’è poi il Performance Package, che porta in dote cerchi forgiati da 19”, più leggeri di 14,4 kg di quelli standard da 18”, e un diverso set-up per la centralina. Grazie ad esso la potenza raggiunge un nuovo picco di 280 cv, mentre la coppia massima è ora di 392 Nm. Così equipaggiata e grazie al Launch Control, la i30 N scatta da 0 a 100 in 5,9 secondi, migliorando di due decimi il tempo della generazione precedente.

Al di là delle prestazioni assolute, ciò che piace di più della hot hatch coreana sono la facilità con cui tiene un passo spedito e la sincerità delle reazioni. La i30 N esegue con precisione ogni comando, restando ben controllabile anche nei rapidi cambi di direzione e nelle frenate violente a ruote sterzate, sotto lo sguardo vigile di controlli elettronici tarati a puntino. Gli inserimenti in curva sono rapidi, senza sbavature e seguiti da una notevole scorrevolezza in traiettoria. In uscita, poi, si può accelerare senza preoccupazioni: il differenziale autobloccante garantisce una buona motricità e la valida geometria dell’avantreno limita le reazioni allo sterzo in accelerazione. Il risultato è che con la i30 N si può guidare di gusto con un impegno psicofisico ridotto.

Anche se il suo motore ha “soli” 204 cv, la i20 N dimostra di essere fatta della stessa pasta della sorella maggiore. Vederla danzare in un labirinto di coni disegnato dagli istruttori con al volante Tarquini è stato un autentico spettacolo e quando ho avuto modo di accomodarmi alla guida ho capito subito come mai l’azione del buon Gabriele sembrasse tanto efficace. La i20 N è agilissima, traduce in azioni fulminee ogni intervento sullo sterzo e si lascia guidare bene anche di gas, allargando la traiettoria o chiudendola in base a come si preme o si rilascia l’acceleratore. Con una coppia di ben 275 Nm costanti tra i 1.750 e i 4.500 giri offre spunti vivaci in ogni frangente, pronta a dare filo da torcere a sportive anche blasonate nei percorsi più tortuosi. Il tutto, cosa non da poco, con costi alla portata di molte tasche. In questo periodo le promozioni in corso garantiscono infatti sulla i20 N 1.6 T-GDI con cambio manuale vantaggi fino a 3.500 euro e portano il listino a 25.050 euro dai 28.550 iniziali. Le offerte sono addirittura più allettanti per la i30 N da 280 cv, il cui listino si apre da 35.550 euro, con un risparmio che in questo caso può arrivare a 5.300 euro.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Il Lingotto, manifesto green di FIAT
Eventi

Il Lingotto, manifesto green di FIAT

27 Sep 2021 Silvia Pirovano

Il Lingotto di Torino, fabbrica FIAT dei primi del ‘900, è stato protagonista di tre eventi in contemporanea: la presentazione della Nuova (500) Red, l’inaugurazione di...

Continua
DS 3 Crossback E-Tense
Secondo noi

DS 3 Crossback E-Tense

22 Sep 2021 Paolo Pirovano

Oltre a portare all’interno del segmento premium le caratteristiche del lusso e del savoir faire francese, DS Automobiles ha sempre avuto il tema dell’elettrificazione...

Continua