La Mustang Mach-E è la prima Ford elettrica

08 Mar 2021 Paolo Pirovano
La Mustang Mach-E è la prima Ford elettrica

Con la Mustang Mach-E la prima auto nata e pensata per essere solo elettrica, Ford mette in campo un nome dalla grande personalità presentando un SUV dal carattere e dalle linee decisamente sportive e aggiungendo quel gusto di muscle-car che non fa male ad un’auto a batteria. Intendiamoci subito, la Mustang con motore V8 c’è e rimane in listino, è un modello intoccabile e fa parte della storia del marchio, ma per entrare in un mondo completamente nuovo serviva qualcosa di diverso.

Ecco così un SUV coupé a cinque porte dalla linea dinamica e aggressiva dove il cavallo selvaggio è ben in evidenza nel frontale chiaramente ispirato alla pony-car. La Mustang Mach-E è lunga 4,71 mt, alta 1,63, larga 1,88, con un passo di 2,98 e il bagagliaio è di 550 lt a cui si aggiungono altri 81 lt nel vano anteriore. La vista laterale evidenzia l’arco della curvatura del tetto che al primo colpo d’occhio potrebbe far sembrare molto limitato lo spazio per i sedili posteriori. Cosa non vera e risolta perché il tetto è rialzato e l’effetto ottico è ben riuscito.

Sempre sulla fiancata si nota che mancano le maniglie. L’ingresso nell’abitacolo è gestito attraverso dei codici che si devono comporre sulla portiera o attraverso lo smartphone con 5 differenti profili che possono essere associati. Una volta toccato il pulsante si apre la porta e un piccolo gancio permette l’entrata. Dentro è tutto digitalizzato a partire dal cruscotto davanti al volante con un display da 10,2” che trasmette tutte le informazioni per il viaggio. Sulla plancia però troviamo un secondo schermo da 15,5” in posizione verticale, semplice da usare e molto chiaro nelle indicazioni che gestisce tutte le funzioni della vettura.

La Mach-E si presenta con diverse possibili combinazioni per quanto riguarda trazione, motore, batterie offrendo un listino ampio e variegato. Partiamo dalle batterie. Sono agli ioni di litio e la prima è la Standard ed ha una capacità di 75,7 kWh (68 quelli effettivamente utilizzabili); è composta da 288 celle ed è abbinabile solo al motore da 269 CV e ad entrambe le trazioni, posteriore o 4 ruote motrici. La seconda è la Extended Range con 98,7 kWh di capacità (88 i kWh utilizzabili), ha 376 celle ed è disponibile sui motori da 290 e da 350 CV in entrambe le opzioni di trazione. Si ottengono così percorrenze che variano dai 400 km (eAWD Standard Range) ai 610 km (RWD Extended Range), nei cicli di omologazione WLTP. Le batterie sono posizionate al centro della vettura tra i due assi, sotto il pianale per avere un baricentro più basso e sono protette da una custodia impermeabile e antiurto e dotate di un raffreddamento a liquido per regolare la temperatura e mantenere la massime prestazioni. La trazione integrale eAWD è ottenuta attraverso una soluzione Dual Motor con un motore elettrico per ogni asse, mentre la 2 ruote motrici ha 1 solo motore montato sul posteriore. I cerchi da 18” sono per la RWD e quelli da 19” in dotazione alla AWD.

La velocità massima è autolimitata per tutte le versioni a 180 km/h e lo scatto da 0-100 varia a seconda della combinazione che si sta guidando. Sono di tutto rispetto e vanno da 5,1 secondi della AWD con batteria Extended ai 6,2 della RWD con la Standard.

La Mach-E ha 3 modalità di guida, Active quella di base, Whisper per la guida eco e nelle condizioni meteo più difficili e Untamed per sfruttare al massimo la potenza. Non manca la funzione One Pedal che aiuta nelle fasi di ricarica in decelerazione e frenata.

Per la ricarica sono presenti due cavi per sfruttare al meglio le infrastrutture pubbliche. Il cavo Public Charge Cable da 6 metri è compatibile con lo standard di ricarica comune in Europa e consente di collegarsi a caricabatterie a corrente alternata. Quello Universal Home Charge Cord da 6,7 metri consente il collegamento a prese standard domestiche ed industriali da 32 A. Vista la capacità delle batterie si possono utilizzare anche le stazioni a ricarica veloce in corrente continua come quelle del consorzio Ionity di cui Ford fa parte. Con questa colonnina i tempi si riducono notevolmente e si passa dal 10 all’80% in 45 minuti. Interessante il ragionamento sui tempi per avere almeno 100 km a disposizione. Con la ricarica domestica servono 6,5 ore, con la wallbox da 3,6kW ne bastano 4, con la corrente continua 10 minuti.

Abbiamo avuto una presa di contatto con la prima Ford elettrica in occasione di una prova presso il circuito di Lainate, percorrendo diversi giri in pista per verificare il lavoro delle diverse modalità di guida al volante della versione più potente. Il sistema One Pedal lavora molto bene nelle fasi di frenata e le altre Drives Option cambiano il carattere dell’auto. La Mustang Mach-E si è ben comportata anche nei test di handling e l’aiuto delle 4 ruote motrici si fa sentire anche nelle fasi di accelerazione e partenza, soprattutto in quelle da fermo. All’interno il grande schermo da 15 pollici domina e permette di controllare tutto in maniera molto semplice.

La pratica di acquisto della Mustang Mach-E è solo on-line ed è possibile ordinare la propria auto e perfezionare il processo in pochi passaggi verificando le disponibilità su tutto il mercato europeo. La fatturazione e il pagamento, invece avvengono sempre presso la rete. I prezzi vanno da 49.900 euro per la RWD da 269 CV con batteria Standard, a 56.750 per la AWD Extended Range da 269 CV o la RWD Extended range da 290 CV, mentre al vertice del listino si posiziona la AWD Extended Range da 350 CV a 66.850. Solo questo ultimo allestimento non rientra negli incentivi Ecobonus. Tra gli optional due Pack, Technology a 1.900 euro e Technology + a 2.900 o 4.100 e la vernice metallizzata.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Bob Lonardi, Volvo C40
Intervista a

Bob Lonardi, Volvo C40

29 Jun 2022 Paolo Pirovano

Volvo dal 2030 produrrà e venderà solo auto elettriche. L’attualità ci porta alla gamma elettrica della casa svedese e in studio è presente la C40, la prima Volvo ad...

Continua
Nuova DS 7
Anteprima

Nuova DS 7

28 Jun 2022 Paolo Pirovano

Si sottopone ad un rinnovamento importante la DS 7 e la prima novità è la scomparsa della parola Crossback, segno che questo numero rimarrà assegnato solo a questo SUV....

Continua
Bob Lonardi, Volvo XC40 Recharge
Intervista a

Bob Lonardi, Volvo XC40 Recharge

24 Jun 2022 Paolo Pirovano

Il tema della transizione energetica e della sostenibilità è un percorso che in Volvo viene affrontato con grande sicurezza e decisione. Ci sono dei punti e delle...

Continua