MERCEDES CLS

Quattro “plus”, tutti di grande sostanza, segnano il passaggio tra la prima generazione (era il 2003) e la seconda serie della Mercedes CLS in arrivo a inizio 2011.

18 Oct 2010 motorpad.it
MERCEDES CLS
Quattro “plus”, tutti di grande sostanza, segnano il passaggio tra la prima generazione (era il 2003) e la seconda serie della Mercedes CLS in arrivo a inizio 2011. Quando si dice evoluzione della specie.

PLUS N° 1. Uno stile ancora più dinamico ed elegante, fuori e dentro, che fa di questo vero e proprio coupé a quattro porte un punto di riferimento del settore.
Il primo segno forte è nel frontale, incisivo in stile SLS AMG, con la grande stella al centro e la calandra non integrata nel cofano, così da farlo apparire più lungo e possente. I passaruota in evidenza e la linea di cintura sull’asse posteriore fanno il resto. 
L’allestimento interno, organizzato su quattro posti, è il trionfo della qualità e del lavoro “artigianale”. La plancia collega visivamente le due portiere anteriori in una specie di abbraccio e nella parte superiore è in tigrato il monitor. Aumenta anche la capacità del bagagliaio, fino a 520 dmc e gli schienali posteriori sono anche abbattibili.

PLUS N° 2. Incremento di efficienza dei motori, da cui un “minus”, quello dei consumi che scendono anche del 25%  e, di conseguenza, calano anche le emissioni inquinanti.
Due quelli programmati al lancio, entrambi sei cilindri e BluEFFICIENCY. Eroga 306 CV il 350 a benzina e 265 il diesel del 350 CDI. Con tanta cavalleria sotto il cofano non c’è certo da stupirsi se la CLS viaggia veloce ed agile su ogni percorso. Stupiscono, se mai, i consumi medi che per il benzina beneficiano anche della tecnologia Start/Stop.
Fra qualche mese ci saranno novità importanti alla base ed al vertice della gamma con un quattro cilindri 250 CDI da 204 CV e solo 5,1 litri per 100 km di consumo medio e un poderoso 500 V8 da 408 (!) CV. Anche queste unità disporranno del sistema Start/Stop.

PLUS N° 3. Le brillanti prestazioni e la godibile dinamica di marcia devono qualcosa, anzi molto, anche all’aerodinamica – Cx:0,26 - ed alla struttura leggera del modello che recupera chilogrammi realizzando molte componenti della carrozzeria, dell’autotelaio e del motore in alluminio. Che questi particolari escano da una azienda italiana, il Gruppo Fontana di Calolziocortre (LC), è una conferma che le eccellenze del “made in Italy” non riguardano soltanto la moda.
Gioca poi un ruolo fondamentale anche il servostrerzo elettromeccanico, docile e leggero nelle manovre lente, preciso e progressivamente diretto in velocità come è giusto su una sportiva vera di un certo ingombro (4,94 metri). L’interazione tra pilota, veicolo e strada è esemplare.

PLUS N° 4. La sicurezza. La nuova CLS si arricchisce anche dei gruppi ottici a LED High Performances con colorazione simile alla luce diurna, abbaglianti adattativi e maggiore durata.
Arriva poi il Blind Spot Assist (controllo dell’angolo morto) provvidenziale per sorpassi sicuri così come il sistema antisbandamento che “rimette in riga” la vettura, con  segnalazioni e con opportune controfrenate, quando questa devia involontariamente dalla “retta via”. Sistemi che si aggiungono alla batteria di 12 apparati che assistono il pilota in ogni situazione e rendono molto più sicura la marcia e rilassante il viaggio.

Interessanti i prezzi in rapporto alla concorrenza ed al “value for money” vista la ricchezza delle dotazioni: da 69.690 a 74.298 euro.
Torna indietro
Tags

notizie correlate:

Mercedes EQS SUV, il lusso diventa SUV
Nuovi Arrivi

Mercedes EQS SUV, il lusso diventa SUV

12 Sep 2022 Paolo Pirovano

Con EQS SUV continua l’allargamento della FAMIGLIA elettrica della casa della Stella e questo modello si affianca alla berlina EQS posizionandosi al vertice della gamma....

Continua
Furti auto in crescita nel 2021
Motori e dintorni

Furti auto in crescita nel 2021

25 Jul 2022 Paolo Pirovano

Il furto dell’auto è una delle situazioni più spiacevoli e fastidiose e che, purtroppo, in molti hanno sperimentato direttamente. Il fenomeno non accenna a diminuire e il...

Continua