Nuova Citroën ë-C3: il futuro della sostenibilità è già presente

11 Jun 2024 Ferdinando Sarno
Nuova Citroën ë-C3: il futuro della sostenibilità è già presente

Quante volte abbiamo letto “è uscita la nuova vettura XXX” e poi ci siamo accorti che, di nuovo, c’erano solo i gruppi ottici, un parafango o un display? Bene, non è certamente il caso della nuova (in questo caso l’aggettivo è azzeccatissimo) Citroën ë-C3 (dove la “e” sta per elettrica) che, soprattutto dal punto di vista estetico, nasce da un… foglio bianco! Certo, qualche elemento di continuità con il modello che andrà a sostituire, lo si intravvede (ed è giusto così), ma qui ci troviamo di fronte ad una bella e simpatica automobile, dalle linee moderne, compatta, agile e con quel pizzico di sportività che non guasta mai. 

Ma che bel Design!
Il design distintivo si nota soprattutto nel frontale più alto e verticale, con il grande logo ovale e le griglie nere lucide, così come nei proiettori anteriori e posteriori a tre livelli. Il profilo laterale presenta linee scolpite che catturano la luce, mentre il posteriore presenta una scultura tecnica con un logo ovale e gruppi ottici che richiamano il design frontale. Le ruote grandi contribuiscono a una sensazione di stabilità, tutto racchiuso in un veicolo compatto di soli 4,01 m di lunghezza e 1,76 m di larghezza. Prodotta a Trnava, in Slovacchia, la nuova ë-C3 dal punto di vista estetico è quindi la dimostrazione di come saranno le vetture Citroën del futuro. Nell’abitacolo, belli i sedili, buoni i materiali utilizzati, moderno e pulito il cruscotto che si sviluppa orizzontalmente, con in evidenza lo schermo all’interno del quale c’è tutto un mondo da scoprire. La cosa che abbiamo apprezzato di più è la posizione di guida, impreziosita dal piccolo “volante” che rende il guidatore il passeggero più “fortunato” a bordo. 

Ecco com’è la ë-C3 
La vettura rappresenta il futuro della mobilità, un futuro che è già presente: ë-C3 è pronta a ridefinire il concetto di mobilità elettrica. Proposte per la prima volta le famose sospensioni Citroën Advanced Comfort abbinate ai nuovi sedili Citroën Advanced Comfort, ë-C3 100% elettrica si spinge ancora oltre, con zero rumore e zero vibrazioni per una guida senza stress. Il pacco batterie LFP (litio ferro fosfato) da 44 kWh garantisce un'autonomia di guida fino a 320 km nel ciclo misto WLTP che arriva sino a 440 km nell’uso urbano. La capacità di ricarica rapida a corrente continua da 100 kW consente di passare dal 20 all'80% in 26 minuti.
La ricarica standard a corrente alternata, dal 20% all'80%, richiede circa 4h10 utilizzando una potenza di 7kW, o 2h50 se è disponibile una potenza di 11kW. L'accesso alle strutture a corrente alternata sia domestiche (Wallbox monofase da 7,4 kW) che pubbliche è facile grazie al cavo Mode 3 fornito in dotazione, mentre un caricatore di bordo da 11 kW (trifase) è offerto su entrambe le versioni al prezzo di 400 euro. Il motore ha una potenza di 83 kW (113 CV), è abbinato a un cambio completamente automatico e consente un'accelerazione da 0 a 100 km/h in circa 11 secondi, mentre la velocità massima è di 135 km/h. 

Non solo 100% elettrica
Per chi è ancora scettico nei confronti dell’elettrico, in attesa della versione ibrida che arriverà fra qualche mese, Citroën propone la nuova C3 anche in versione benzina con sotto il cofano l’affidabile Puretech 1.2 litri 3 cilindri da 100 CV abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti (peccato non ci sia un cambio automatico). 

Allestimenti e prezzi
Per le nuove ë-C3 e C3 sono disponibili i due allestimenti You e Max. La versione 100% elettrica ha un prezzo di 23.900 euro (You) e di 28.400 euro (Max) mentre la versione Puretech costa 14.990 euro (You) e 19.500 euro (Max). Da notare che entrambe hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo. Rapporto qualità/prezzo che permetterà di raggiungere l’obiettivo Citroën fissato sulle 25 mila unità all’anno. “Se il mercato italiano è cresciuto del 5% - ha dichiarato Giovanni Falcone, Manager Director Citroën Italia – noi siamo cresciuti del 25%, quindi 5 volte di più. Sul privato siamo andati bene con un 4,2% di quota che, sicuramente aumenterà grazie all’arrivo delle nuove C3 ed ë-C3”.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Alpine A290: la piccola belva elettrica
Anteprima

Alpine A290: la piccola belva elettrica

14 Jun 2024 Roberto Tagliabue

Da quando Renault ha ripreso il marchio Alpine per produrre vetture e non solo utilizzando il nome per caratterizzare le versioni più sportive, molti si sono appassionati...

Continua