Al via le semifinali dell’ACI Rally Italia Talent con Suzuki Swift Sport Hybrid

31 Aug 2020 motorpad.it
Al via le semifinali dell’ACI Rally Italia Talent con Suzuki Swift Sport Hybrid

L’edizione 2020 di ACI Rally Italia Talent 2020 sta per giungere al suo atto conclusivo. Sono infatti iniziate oggi, lunedì 31 agosto, le semifinali della settima edizione del talent, che termineranno mercoledì 2 settembre. A ospitare l’evento è l’Adria International Raceway di Cavanella Po (RO), il circuito in cui i più talentuosi tra i 172 piloti e i 68 navigatori scelti dopo le 9 tappe di selezione torneranno a confrontarsi dal 14 al 16 settembre per la finale. Queste ultime tre giornate decreteranno i vincitori delle varie categorie previste da regolamento, che parteciperanno a gare valide per i Campionati o i Trofei titolati ACI Sport nelle vesti di piloti e navigatori ufficiali del Team di Rally Italia Talent.

Semifinale e finale si disputano a bordo di Suzuki SWIFT SPORT Hybrid, scelta da Aci Sport come Auto Ufficiale della manifestazione per le sue prestazioni e per la sua straordinaria guidabilità, il mix perfetto per esaltare le qualità dei concorrenti e far emergere i campioni di domani. Principale punto di forza della SWIFT SPORT è la tecnologia SUZUKI HYBRID, che taglia consumi ed emissioni nocive rendendo più vivace e lineare l’erogazione ai bassi regimi, con un aggravio di peso molto ridotto. Il motore elettrico da 13,6 CV eroga la sua coppia immediatamente a ogni pressione sull’acceleratore, regalando elasticità in ripresa. La funzione di boost di coppia aumenta il tiro ai bassi regimi, prima che il turbo fornisca la massima spinta. Con un peso di 1.020 kg, una potenza di 129 CV e una coppia massima di 235 Nm costanti tra i 2.000 e i 3.000 giri, SWIFT SPORT Hybrid ha rapporti peso/potenza e peso/coppia tra i migliori della categoria. Complici carreggiate larghe e una meticolosa messa a punto dell’assetto, la hot hatch Suzuki è incisiva nella guida e reagisce in modo istantaneo a qualsiasi comando, dando sin dai primi metri una entusiasmante sensazione di controllo assoluto.  

Nonostante l’emergenza sanitaria causata dalla pandemia, l’Organizzazione di Aci Sport e lo staff, capitanato da Renzo Magnani, hanno fatto di tutto per rispettare gli impegni presi a inizio stagione e non far svanire il sogno di correre degli appassionati che quest’anno hanno fatto registrare un record assoluto di iscrizioni, ben 10.538. Il grande afflusso di persone non ha mai impedito il rispetto sistematico dei rigorosi protocolli approvati da ACI Sport e dalle autorità competenti per limitare il rischio di contagio da Covid-19. Le loro disposizioni sono applicate anche durante le ultime date della stagione, per garantire a tutti i presenti le migliori condizioni igienico-sanitarie possibili.  

Oltre al totale degli iscritti, ci sono altri numeri da evidenziare: ben il 48% dei partecipanti ha meno di 25 anni, percentuale che sale all’87% considerando tutti gli under 35. Si tratta di dati che testimoniano come la passione per i motori sia ancora forte tra i giovani, una fascia di automobilisti tanto cara anche a Suzuki, che propone una gamma composta interamente da modelli ibridi, accessibili e piacevoli da guidare. D’altro canto, Rally Italia Talent ha da sempre un’attenzione particolare per i ragazzi, visto che ammette alle selezioni chiunque abbia compiuto almeno 16 anni (purché munito di una liberatoria firmata dai genitori). Interessante è anche il dato relativo alle aspiranti ralliste, arrivate a rappresentare, nel 2020, il 12% dei concorrenti.  

Per dare un senso concreto all’hashtag #rallypertutti, il talent ha ammesso gratuitamente alle selezioni anche i diversamente abili, mettendo a loro disposizione una SWIFT con cambio robotizzato e comandi speciali. Ventuno di loro sono ammessi alle semifinali di Adria e pronti a cimentarsi in tutte le prove dinamiche.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Mercato auto Europa: ad agosto ancora in calo
Economia

Mercato auto Europa: ad agosto ancora in calo

18 Sep 2020 Paolo Pirovano

Segno negativo anche nel mese di agosto per il mercato auto in Europa. Dopo il calo di luglio del -3,7%, si è registrata una contrazione più marcata del -17,6% e sommando i...

Continua