Al via il progetto e-ducation di Jaguar Land Rover

28 Mar 2022 Paolo Pirovano
Al via il progetto e-ducation di Jaguar Land Rover

Il programma di elettrificazione all’interno del Gruppo Jaguar Land Rover è ben delineato ed entro la fine del decennio tutti i modelli saranno disponibili in versione totalmente elettrica. L’auto a batteria quindi sarà parte integrante e fondamentale di questa strategia, ben illustrata nel progetto Reimagine, che reinterpreta il futuro del lusso attraverso il design e l’elettrificazione.

Ma per far capire perché scegliere un’auto elettrica è necessaria una divulgazione che spieghi come cambierà la mobilità dei prossimi anni e a cosa andremo incontro. Una problematica ben presente in Jaguar Land Rover Italia che in collaborazione con l’Automobile Club Milano ha realizzato il progetto “e-ducation.

“Come Jaguar Land Rover -  spiega Marco Santucci, CEO Jaguar Land Rover Italia - crediamo molto nel cambiamento necessario nel dar vita alla transizione ecologica. Il nostro gruppo è fortemente impegnato in questa rivoluzione, nella trasformazione green della mobilità. Il nostro progetto E-ducation nasce proprio da qui, dalla necessità di dare maggiore consapevolezza ai nostri clienti e di informare oggi gli automobilisti di domani. Educare è come seminare: il risultato non arriva subito, e serve certamente un terreno fertile, ma noi riteniamo che i tempi siano maturi. L’investimento nella sostenibilità a 360° è per il futuro, ma deve iniziare da oggi”.

Infatti i clienti dei due marchi inglesi di Milano e dell’area lombarda, saranno coinvolti in una sessione di formazione tenuta da un E-coach specializzato, presso la Direzione Generale dell’ACI di Milano. In questo training formativo, saranno condivisi contenuti pratici e di approfondimento su come scoprire e sfruttare al meglio l’auto elettrica o plug-in hybrid, con consigli sulle modalità di ricarica e con la possibilità di effettuare un percorso di guida per mettere in pratica tutti i trucchi e i segreti della guida di una vettura elettrificata.

“La diffusione di dettagliate conoscenze nel campo della mobilità è uno dei primari scopi della nostra Associazione”, ha dichiarato Geronimo La Russa, Presidente dell’Automobile Club Milano “ed anche nella transizione che stiamo vivendo verso motorizzazioni più sostenibili, è necessario che gli automobilisti (attuali e futuri) possano avere il maggior numero possibile di informazioni documentate e scientifiche. È un percorso complesso, di lunga durata e che comporta cambiamenti che possiamo definire epocali: lieti, dunque, di essere parte di questa iniziativa che va nella giusta direzione di una diffusa consapevolezza.”

Per conoscere meglio l’auto elettrificata in tutte le sue forme e tecnologie conosciute, è stata inoltre realizzata una guida dal titolo significativo “Come combattere i No Watt dell’auto”, che verrà distribuita attraverso le Concessionarie Jaguar Land Rover in Italia, i canali dell’Automobile Club di Milano e nelle scuole che aderiranno al progetto formativo e-ducation.

Un pratico approfondimento su come sfruttare al meglio i vantaggi offerti da una scelta di guida sostenibile, con consigli sulle modalità di ricarica da mettere in pratica al volante di una vettura elettrificata.  Un modo semplice per spiegare le le 20 fake news più comuni sulle auto elettriche proponendo in maniera divulgativa numeri e statistiche, credenze sbagliate e luoghi comuni, è infatti una necessità per lo sviluppo della mobilità green.

Torna indietro
Tags

notizie correlate:

Fare del bene fa bene
Motori e dintorni

Fare del bene fa bene

13 Sep 2023 Mariano Da Ronch

Ed è meglio farlo che non farlo, come ha dimostrato ancora una volta BMW, che si è messa a disposizione dell’associazione Diversamente Disabili in occasione della...

Continua
Presto ci muoveremo anche con l’idrogeno
Tecnica/Tecnologia

Presto ci muoveremo anche con l’idrogeno

20 Jun 2023 Mariano Da Ronch

Se ne è parlato tanto, ma sembrava proprio che i motori che utilizzano l’idrogeno come vettore energetico, nel concreto, non arrivassero mai, ad esclusione, si capisce,...

Continua