Citroen C4 e ë-C4, reinterpretazione della berlina compatta

02 Jul 2020 Paolo Pirovano
Citroen C4 e ë-C4, reinterpretazione della berlina compatta

All’interno del segmento delle medie, Citroen ha sempre giocato un ruolo da protagonista. In quello che numericamente rappresenta il cuore del mercato europeo, l’arrivo della nuova C4 sicuramente cambierà le prospettive dei clienti, con una interpretazione moderna e personale di un modello capace di mescolare con molta cura le linee della berlina hatchback a 5 porte con quelle dei SUV.

Come tradizione della casa e come abbiamo visto negli ultimi prodotti, anche la nuova C4 ha un forte impatto visivo ed esce dagli schemi canonici delle vetture del segmento, scegliendo un design sportivo, sempre rimanendo nei 4,36 metri di lunghezza per 1,52 di altezza e 1,80 di larghezza. Punta su un aspetto da crossover con assetto rialzato e ruote di grandi dimensioni, da 16 a 18 pollici, e una linea aerodinamica accentuata dal portellone inclinato che nasconde i 380 litri di capacità che diventano 1250 abbattendo gli schienali posteriori. 

La grande novità è che viene proposta sin da subito con 3 diverse alimentazioni, benzina , diesel e 100% elettrica. La ë-C4 utilizza una batteria da 50 kilowattora ed un motore da 136 CV di potenza e 260 Nm di coppia, soluzione già adottata all’interno del Gruppo PSA per Peugeot 208 e 2008 e Opel Corsa, e assicura un’autonomia che nei cicli di omologazione arriva fino a 350 chilometri. I tempi di ricarica, come sempre, dipendono dal tipo di fonte a cui si attaccano i cavi e con le colonnine veloci a corrente continua, per arrivare all’80% della batteria servono 30 minuti, in caso di rete domestica con wallbox occorrono invece 7,30 ore.

L’alimentazione elettrica si affianca ai motori benzina PureTech declinati in tre potenze, 100, 130 e 155 CV ed al diesel BlueHdi in versione da 110 o 130 CV.

Il comfort è un aspetto fondamentale per Citroen e C4 sviluppa il concetti con le sospensioni idrauliche progressive e i sedili Advanced Comfort per rendere più comodo il viaggio e il passo di 2,67 metri assicura grande spazio nell’abitacolo con numerosi vani interni.
La tecnologia è all’avanguardia per quanto riguarda la connettività, comandata dal Touch Pad da 10 pollici al centro della plancia con in più l’esclusiva dello Smart Pad Support retrattile per il passeggero anteriore.
La sicurezza è affidata alle 20 tecnologie di assistenza che portano la C4 al livello 2 di guida autonoma e che comprendono l’Highway Driver Assist.

I prezzi verranno comunicati nelle prossime settimane e gli ordini partiranno a settembre con le prime consegne previste entro fine anno.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Gli ADAS su Opel Corsa
VideoClip

Gli ADAS su Opel Corsa

28 Jul 2020 Silvia Pirovano

I sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida sono fondamentali per ridurre il numero di incidenti e anche le vetture più piccole li hanno a disposizione. Vi facciamo...

Continua
Suzuki Ignis Hybrid, piccolo grande SUV
Secondo noi

Suzuki Ignis Hybrid, piccolo grande SUV

28 Jul 2020 Silvia Pirovano

Suzuki ha trasformato da poco tempo tutta la gamma facendola diventare esclusivamente ibrida. L’ultimo esempio è la Ignis, vero e proprio mini suv di segmento A che ora...

Continua
Mercedes GLA, sempre più SUV
VideoTest

Mercedes GLA, sempre più SUV

27 Jul 2020 Paolo Pirovano

Si rinnova completamente il modello che si posiziona alla base della grande famiglia dei SUV di Stoccarda e che contemporaneamente allarga la gamma delle vetture compatte.

Continua