AUDI A6 AVANT

Dopo le recenti anticipazioni (vedi News del 31/5 u.

25 Jul 2011 motorpad.it
AUDI A6 AVANT
Dopo le recenti anticipazioni (vedi News del 31/5 u.s.) l’Audi A6 Avant di ultima generazione (la sesta di questa famiglia di berline e SW già prodotte in 1.200.000 unità) si è offerta ad un esame di dettaglio e ad una prima presa di contatto sulle strade tedesche, le sole, in pratica, dove un’auto può mettere in mostra compiutamente le qualità dinamiche che la caratterizzano.
Sono quelle che per l’A6 Avant già al primo sguardo appaiono evidenti dal suo linguaggio stilistico, cioè un concentrato di eleganza e sportività al servizio di uno stile di vita dinamico.

L’agilità dell’insieme maschera le ragguardevoli dimensioni (4,93 mt di lunghezza per 1,87 di larghezza e 1,46 di altezza) misure fondamentali, insieme al passo avanzato di 7 cm, per una generosa disponibilità di spazio interno, organizzabile secondo necessità: da 565 a 1.680 dmc utili di volume su un piano di carico che può arrivare a 1,90 mt di lunghezza. In questa zona si accede grazie ad un portellone molto inclinato che, insieme all’angolazione dell’ultimo montante e al degradare del tetto, sembra “spingere” in avanti l’auto. L’apertura per il carico può avvenire a comando elettrico o, se si hanno le mani occupate, semplicemente ponendo un piede tra le ruote posteriori e facendo riconoscere la chiave che si ha in tasca.
Eleganza e sportività vengono anche dalle ruote in lega da 16 a 20 pollici.

L’interno è un inno alla cura dei dettagli, alla qualità dei materiali e delle lavorazioni. La plancia e il tunnel sono da autentica centrale di controllo e comando.
Interessante, tra le molte cose utili e innovative, il display a scomparsa con un navigatore che non solo informa di tutto quanto si trova lungo il percorso, ma anche di tutto ciò che “sta per avvenire” in materia di traffico o di possibili ostacoli.
I sistemi di confort, sicurezza e assistenza alla guida sono a livello di sofisticazione massima e, in qualche caso, hanno paradossalmente “il difetto della qualità” in quanto possono perfino indurre a qualche distrazione, specie quando ancora non si è abituati a tutti gli interventi, messaggi, segnalazioni e reazioni che vengono messi a disposizione.

E viene il momento della verità. Di mettersi al volante.
Abbiamo scelto, tra i motori disponibili al lancio, il diesel più potente e il benzina d’accesso alla gamma.
Nel primo caso si è trattato di un 3.000 cc TDI da 245 CV e 500 Nm di coppia!

È su quest’ultimo dato che va attirata l’attenzione per spiegare lo straordinario handling dell’A6 Avant. Questa coppia, infatti, si esprime tra 1.400 e 3.250 giri, cioè in un arco di utilizzo che copre in pratica ogni situazione di marcia. In effetti pur disponendo di un efficiente cambio S tronic abbiamo girato per boschi, valli e città guidando “con i piedi”. Con il destro, per la precisione, e la risposta è stata straordinariamente pronta dai 30-40 km/h del traffico cittadino, nell’affrontare la curva stretta di un tornante, o dopo una frenata anche brusca, in qualsiasi situazione di sorpasso. Il tutto in un incredibile isolamento acustico e in totale assenza di vibrazioni.

Viene da chiedersi cosa ci si può aspettare dal diesel biturbo che arriverà in seguito a completare la gamma, quando i CV saranno 313 CV e i Nm più di 600. Certe vetture da competizione, anche celebrate, non dispongono di tanto.

Rimarchevoli anche le doti telaistiche grazie anche al peso risparmiato con il largo ricorso all’alluminio e, nel caso specifico avvantaggiate anche dalla presenza delle sospensioni pneumatiche “adaptive air suspension”, dall’ESP, della trazione integrale “quattro”, dello sterzo dinamico e del differenziale centrale autobloccante sportivo. Quando si dice una campionario completo di tecnologie avanzate.

I 230 km/h di velocità massima non sono stati certamente difficili da raggiungere. I consumi medi sono indicati in 5,9 l/100 km; in pratica su un percorso di oltre 200 km affrontati con una guida sempre “vivace e divertente”, eppur intuitiva, abbiamo alla fine registrato una percorrenza reale di poco più di 13 km al litro. Niente male.

Ci ha riportato sulla terra - ma sempre nell’abituale cornice di un modello alto di gamma con tutto quello che ne consegue - il motore FSI a iniezione diretta di benzina di 2.800 cc, trazione solo anteriore, 204 CV, con cambio manuale (il multitronic o l’S tronic sono le alternative) che non si fa certo mancare niente con i 204 CV di cui dispone. Ha avuto solo il torto di essere stato provato “dopo” il TDI di cui sopra. Alla fine del test ci ha aiutato a parcheggiare un sistema di assistenza a quattro telecamere.

Prezzi:

2.8 FSI 204 CV manuale - 45.300 €
2.8 FSI 204 CV multitronic - 47.650 €
2.8 FSI 204 CV S tronic - 50.800 €
3.0 TFSI quattro 300 CV S tronic - 57.000 €

2.0 TDI 177 CV manuale - 44.300 €
2.0 TDI 177 CV multitronic - 46.650 €
3.0 TDI 204 CV manuale - 48.800 €
3.0 TDI 204 CV multitronic - 51.150 €
3.0 TDI quattro 204 CV S tronic - 54.300 €
3.0 TDI quattro 245 CV S tronic - 55.300 €
Torna indietro
Tags

notizie correlate:

Euro NCAP al quarto round tutte Cinque Stelle
Tecnica/Tecnologia

Euro NCAP al quarto round tutte Cinque Stelle

08 Sep 2021 Paolo Pirovano

Il quarto round dei test Euro NCAP del 2021 si è contraddistinto per la presenza di vetture con tutte le tipologie di alimentazione sul mercato con modelli equipaggiati da...

Continua
Peugeot ritorna a Le Mans con la 9X8
Sport

Peugeot ritorna a Le Mans con la 9X8

08 Jul 2021 Paolo Pirovano

Peugeot ha presentato la 9X8, vettura che debutterà il prossimo anno nel Campionato Mondiale Endurance WEC all’interno della classe regina della specialità, la Le Mans...

Continua
Toyota Yaris 5 stelle Euro NCAP 2020
Tecnica/Tecnologia

Toyota Yaris 5 stelle Euro NCAP 2020

16 Sep 2020 Paolo Pirovano

Sono entrati in vigore i nuovi protocolli Euro NCAP 2020, il programma internazionale di valutazione degli standard di sicurezza delle auto nuove che da quest’anno, impone...

Continua